0

Il potere del Vischio, l’erba eletta dei Druidi

Il potere del Vischio, l’erba eletta dei Druidi

Come testimoniano la storia e l’archeologia, i druidi erano dediti al culto delle piante e degli alberi.

Erano anche guaritori molto rispettati e considerati dalla società. Ne troviamo importanti riferimenti anche nel” De bello Gallico” di Giulio Cesare e in numerosi autori classici tra i quali Cicerone, Diodoro Siculo, Plinio il Vecchio e Tacito.

I culti druidici furono drasticamente soppressi dai Romani con editti specifici come quelli emanati dagli imperatori Augusto, Tiberio e Claudio. La successiva affermazione di San Patrizio in Irlanda cercò di cancellarli definitivamente in favore del Cristianesimo. I Druidi gelosi delle loro arti mistiche non lasciarono niente di scritto affidandosi solo alla tradizione orale, tramandavano il loro sapere a solo pochi adepti in riunioni segrete nel folto dei “nemeton”.

Il Nemeton era il luogo sacro per eccellenza per i Druidi, sorgeva all’interno di un bosco, in punti dove era più forte l’energia sotterranea considerata come fonte e forza benefica, rigeneratrice e creatrice. Era il loro santuario. I Druidi divennero nell’immaginario collettivo dei potenti stregoni dediti alla misteriosa magia della tradizione celtica  “…Si trovava da quelle parti un bosco sacro, in cui nessuno aveva messo piede da lunghissimo tempo, e che cingeva con i suoi rami intrecciati l’aria oscura ed ombre gelide, dal momento che la luce del sole risultava incredibilmente lontana. Lì non avevano sede i Pani abitatori dei campi o i Silvani sovrani delle selve o le Ninfe, bensì i barbari riti sacri alle divinità: lì erano innalzati altari sinistri ed ogni albero era purificato con sangue umano. “

Altre teorie vogliono che la parola “druido” provenga da “duir” (quercia) albero per il quale questa casta religiosa aveva una profonda venerazione , così come anche per il VISCHIO, ritenuta la loro erba eletta.

IL POTERE DEL VISCHIO, L’ERBA ELETTA DEI DRUIDI

Il vischio sacro raccolto con devozione dai Druidi doveva crescere sulle querce. Plinio il Vecchio, nella sua “Naturalis Historia”, ipotizza che la scelta derivasse dal simbolismo legato alla quercia, che era l’albero del dio dei cieli e della folgore. I Druidi tagliavano rametti di questa pianta sacra con un falcetto d’ oro e indossavano, durante tale rito, una veste candida. Inoltre, non facevano mai toccare il suolo al tralcio tagliato, ma lo prendevano con un panno di lino bianco, e sembra che a fine rito sacrificassero in segno di purezza due tori candidi.

CURIOSO è osservare come gli Ainu giapponesi abbiano la stessa pratica nella raccolta del vischio, usato da loro anche per scopi terapeutici. Anche in molte regioni africane, questa pianta aerea parassita è considerata sacra, apportatrice d’ incolumità . In Europa, invece, il vischio era appeso alle case per scongiurare incendi.

In Boemia lo si chiamava “scopa del tuono”  perché era in grado di allontanare i fulmini .

Le streghe Herbariae erano guaritrici di grande esperienza , con profonde conoscenze botaniche e tramandavano oralmente la loro saggezza popolare.

LE LORO ERBE ERANO UNA MANIFESTAZIONE DELLA MAGIA DELLA NATURA e sono usate in naturopatia, nella medicina ayurvedica, nella medicina tradizionale e nella cosmesi.

Le proprietà esoteriche delle erbe delle streghe hanno un riscontro scientifico e sono alla base dei preparati usati sia nella medicina moderna sia in quella antica. per questo è importante non sottovalutare l’importanza della potenza delle piante, prima di farvi da soli anche una semplice tisana, consultate prima sempre un erborista , un naturopata o un medico allopatico.

Per esempio il VISCHIO contiene tossine e glicoproteine antitumorali e immunostimolanti. Può essere in grado di contrastare alcune forme di neoplasia.

SIATE SEMPRE RISPETTOSI DELLA NATURA E QUESTA SARÀ BENEVOLA CON VOI.

Secondo l’erbario magico il VISCHIO è:

GENERE: MASCHILE

PIANETA: SOLE

ELEMENT: ARIA

POTERI : FERTILITÀ AMORE PROTEZIONE

Sospeso fra cielo e terra veniva considerato con un grande potere magico, avvicina l’amore e allontana il male. Il vischio favorisce il concepimento e le sue bacche hanno una polpa che ricorda il seme maschile. Tutte le parti della pianta sono usate per protezione ma è velenoso, quindi non va ingerito.

A  breve vi parlerò di un meraviglioso prodotto di alta qualità e super efficacia cosmesi, dove l’ingrediente principale è il vischio da cui prende il nome.

VISCHIO 81 EXTRACT

Un estratto concentrato a base di Vischio, collagene marino e vitamina F, indicato per ripristinare elasticità e turgore a seno, collo e decolleté.

Un prodotto che mantiene la pelle elastica e soda senza ungere.

SUGGERISCO come prodotto concentrato per il rilassamento e il trattamento dei punti più difficili come seno, collo e decolleté.

Modalità d’uso: stendere il prodotto su collo, seno e decolleté, massaggiare accuratamente fino al completo assorbimento.

PRINCIPI ATTIVI:

– VISCHIO: RISOLVENTE, ANTIOSSIDANTE

– CENTELLA: DRENANTE

– ELASTINA E COLLAGENE MARINO: ANTIAGING

– VITAMINA E: ANTIOSSIDANTE

Francesca.

0 Comments
Leave a reply